Ripes Presenta:

IL METAVERSO

Episodio 2

Nell’episodio precedente abbiamo scoperto le origini e il funzionamento del metaverso. Uno degli aspetti fondamentali che caratterizzano questa realtà è il concetto di “avatar”. 

Per accedere ad uno dei metaversi è necessario registrarsi e creare un’identità digitale (o avatar) utilizzabili nelle varie esperienze dell’utente. Un avatar non è solo un elemento grafico, ma l’identità di una persona. Tuttavia, attualmente non esiste un percorso comune per creare un’identità unica, poiché ogni leader di questa “Era del Metaverso” vuole ancora il proprio sistema di identità. Oggi esistono alcuni sistemi di account dominanti, ma nessuno di essi copre completamente la rete e spesso sono accumulati l’uno sopra l’altro con condivisione/accesso ai dati limitato. 

Un metaverso non è solo uno spazio online, ma una vera società virtuale con vere interazioni tra le persone. Pertanto, le persone che vorranno entrare a far parte di questa società, dovranno fare il primo passo creando il proprio avatar. Può sembrare un compito molto semplice, ma richiede decisioni e scelte per plasmarlo. Infatti, a seconda della persona che entra nel processo, la creazione finale sarà radicalmente influenzata dalle scelte dell’utente sull’idea di rappresentazione del “io” digitale. Di conseguenza alcune persone sceglieranno di voler rimanere completamente “private”, in modo che l’avatar non assomigli affatto a loro stesse, invece, altre creeranno versioni idealizzate oppure molto più realistiche. 

Un interessante generatore di avatar 3D è Ready Player Me. Esso funziona seguendo due possibili approcci: si può decidere di caricare una foto e lasciare che il sito lo crei automaticamente, oppure si può scegliere manualmente ogni modifica che si vuole apportare. In entrambi i casi è possibile scegliere un avatar a corpo intero o limitarlo alla testa fino alle spalle.

La personalizzazione è facilitata dalla possibilità di ruotare il personaggio grazie a dei semplici click. Ha delle limitazioni in quanto non offre un modo per cambiare i tratti del viso ad eccezione delle sopracciglia ed il colore degli occhi. Si può cambiare però l’acconciatura dei capelli ed il loro colore. È anche possibile aggiungere ulteriori personalizzazioni come trucco, occhiali, vestiti, maschere e tatuaggi.
Infine il generatore è utilizzato da diversi metaversi, come VRChat, Somnium Space e Spatial.

Con questo episodio si conclude la panoramica generale sul metaverso… nei prossimi articoli esploreremo molte altre curiosità! Quindi rimani sempre aggiornato sulle novità!

Fonti:
Ball M. (Gennaio 2020). The Metaverse: What It Is, Where to Find it, and Who Will Build It.
[ultima visione 05/07/2022]

Digital4 (03 Febbraio 2022). Metaverso, cos’è e quali sono le possibili applicazioni.
[ultima visione 22/06/2022]

Navari F. (2021). Metaverso: Un Viaggio verso il futuro della Finanza e del Web.

Autore:
 LadyErmira

Condividi:

Potrebbero interessarti:

Iscriviti alla nostra

Newsletter

Navigando su questo sito accetti la nostra Politica sulla Privacy.
Ti ricordiamo che vengono utilizzati dei cookie e che i dati inseriti vengono conservati per scopi amministrativi e per il funzionamento di alcuni servizi.